Legge 119 del 31.07.2017 - Obblighi vaccinali

A seguito dell’approvazione della legge 119 del 31/7/2017 “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto legge del 7 giugno 2017 recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale” si riportano di seguito alcune informazioni.

LE VACCINAZIONI OBBLIGATORIE PER I MINORI DI ETÀ COMPRESA TRA ZERO E SEDICI ANNI

Le vaccinazioni obbligatorie per legge sono di seguito indicate:

  • anti-poliomelitica;
  • anti-difterica;
  • anti-tetanica;
  • anti-epatite B;
  • anti-pertosse;
  • anti Haemophilusinfluenzae tipo B;
  • anti-morbillo;
  • anti-rosolia;
  • anti-parotite;
  • anti-varicella (a partire dai nati nell’anno 2017). 

Il calendario vaccinale regionale prevede inoltre altre vaccinazioni, fortemente raccomandate, offerte attivamente e gratuitamente a seconda dell’età (Le vaccinazioni offerte gratuitamente in Lombardia).

L’obbligo di vaccinazione è da intendersi in riferimento alla coorte di nascita di appartenenza (età 0-16 anni), secondo le indicazioni del Calendario allegato al Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale vigente nel proprio anno di nascita.

Di seguito per ogni classe di età sono elencati i vaccini e le rispettive dosi che ogni soggetto deve aver ricevuto al fine di rispettare l’obbligo vaccinale:

  • bambini fino a 11 mesi
    • 1 dose di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti Haemophilus influenzae tipo B.
  • bambini da 12 a 17 mesi
    • 2 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, anti Haemophilus influenzae tipo B  (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
  • bambini da 18 mesi a 6 anni
    • 3 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-epatite B, anti-pertosse, (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 1 dose di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia (per i soli nati a partire dal 2017 1 dose di vaccinazione anti-varicella).
  • bambini/ragazzi da 7 anni a 15 anni
    • 4 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-pertosse.
    • 3 dosi di vaccinazione anti-epatite B.
    • 3 dosi di Haemophilus influenzae tipo B (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 2 dosi di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia.
  • ragazzi di 16 anni fino al compimento del 17° anno
    • 5 dosi di vaccinazione anti-poliomelitica, anti-difterica, anti-tetanica, anti-pertosse; si specifica che 4 sono sufficienti per l’adempimento se non sono passati 9 anni dalla dose di richiamo prevista in età pre-scolare (5-6 anni).
    • 3 dosi di vaccinazione anti-epatite B.
    • 3 dosi di Haemophilus influenzae tipo B (è sufficiente 1   dose di Haemophilus influenzae tipo B  nel caso in cui la 1° dose sia stata somministrata dopo il compimento del primo anno di vita).
    • 2 dosi di vaccinazione anti-morbillo, antiparotite, antirosolia.

I minori che, nella fascia corrispondente alla propria età, hanno un numero di dosi inferiore a quello indicato sono inadempienti.

Sono esonerati dall'obbligo di vaccinazione:

  • i soggetti immunizzati per effetto della malattia naturale. Ad esempio i bambini che hanno già contratto la varicella non dovranno vaccinarsi contro tale malattia;
  • i soggetti che si trovano in specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta. Ad esempio per i soggetti che abbiano avuto pregresse gravi reazioni allergiche al vaccino o ad uno dei suoi componenti.

Le attestazioni da parte di Medici di Medicina Generale e di Pediatri di Famiglia di avvenuta immunizzazione per malattia naturale o controindicazione alla vaccinazione saranno rilasciate gratuitamente.
L’eventuale decisione del curante (Medico o Pediatra di Famiglia) di sottoporre il soggetto a ricerca anticorpale  non  può  essere eseguita gratuitamente (tramite SSN), ma il costo è da intendersi totalmente a carico dell’interessato.

COME CONOSCERE LO STATO VACCINALE

Nel caso in cui non siano disponibili il libretto vaccinale o una certificazione valida, è possibile conoscere lo stato vaccinale dei propri figli:

  • tramite richiesta ai centri vaccinali del territorio;
  • consultando il Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) alla voce "Vaccinazioni".

COME ACCEDERE ALL’ELENCO DELLE VACCINAZIONI PRESENTE ALL'INTERNO DEL FASCICOLO SANITARIO ELETTRONICO

Requisiti necessari

  • aver dato il consenso al “Trattamento dei dati personali effettuato con Fascicolo Sanitario Elettronico” per l’interessato, di cui si vogliono visualizzare i dati. Presso gli uffici di Scelta e Revoca delle ASST è possibile fornire il consenso al trattamento dei dati e  richiedere il codice PIN della Tessera Sanitaria CNS;
  • disporre di una delle modalità di autenticazione al Fascicolo Sanitario Elettronico, ovvero:
    • identità digitale del sistema - SPID;
    • credenziali con codice “usa e getta” (le credenziali possono essere richieste presso tutte le ASST del territorio);
    • tessera Sanitaria CNS, relativo codice PIN e lettore di smartcard.

Modalità di accesso

  1. Collegarsi al sito internet dei Servizi Welfare online di Regione Lombardia e selezionare l’icona “ACCEDI” per autenticarsi;
  2. Selezionare Fascicolo Sanitario Elettronico e poi la voce “Vaccinazioni” per visualizzare l’elenco delle vaccinazioni effettuate in Lombardia (elenco disponibile per i nati dopo l'anno 2000).

Un genitore può accedere direttamente alle vaccinazioni del figlio dal proprio Fascicolo Sanitario Elettronico (sezione Vaccinazioni per minore) a condizione che sia stato prestato il consenso al “Trattamento FSE” per il minore e avendo a disposizione la Tessera Sanitaria CNS del figlio.

L’accesso al sito internet Servizi Welfare online di Regione Lombardia è disponibile anche in modalità Mobile https://www.crs.regione.lombardia.it/msanita

L’accesso al sito internet Wikivaccini per ulteriori informazioni sull'offerta vaccinale in Regione Lombardia.

Per ulteriori approfondimenti sulla normativa vigente clicca qui 

Indicazioni per l'anno scolastico 2020-2021 

Legge  31 luglio 2017, n. 119 - Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, recante disposizioni urgenti in materia di prevenzione vaccinale. (GU n.182 del 5-8-2017)
In ottemperanza alle disposizioni relative all’oggetto, si richiama l'attenzione dei dirigenti scolastici sull'attuazione delle misure di semplificazione previste dall'articolo 3 bis della legge 119/2017.
 
 
Si riportano di seguito le principali indicazioni:

ENTRO IL 10 MARZO
I Dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione - Responsabili dei servizi educativi per l’infanzia - Responsabili dei centri di formazione professionale regionale - Responsabili delle scuole private non paritarie trasmettono ad ATS l’elenco degli iscritti di età compresa tra zero e sedici anni.
 
ENTRO IL 10 GIUGNO
ATS Provvede a restituire l’elenco indicando i soggetti non in regola con gli obblighi vaccinali che non ricadano nelle condizioni di esonero, omissione o differimento* delle vaccinazioni o che non abbiano presentato formale richiesta di vaccinazione alle ASST competenti.
 
ENTRO 10 GIORNI DALL’ACQUISIZIONE DEGLI ELENCHI
I Dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione - Responsabili dei servizi educativi per l’infanzia - Responsabili dei centri di formazione professionale regionale - Responsabili delle scuole private non paritarie invitano i genitori esercenti la responsabilità genitoriale, i tutori o i soggetti affidatari dei minori “non in regola” a depositare entro il 10 luglio la documentazione comprovante l’effettuazione delle vaccinazioni ovvero l’esonero, l’omissione o il differimento delle stesse, in relazione a quanto previsto dall’articolo 1, commi 2 e 3, o la presentazione della formale richiesta di vaccinazione all’Azienda socio sanitaria territoriale competente.
 
ENTRO IL 20 LUGLIO
Dirigenti scolastici delle istituzioni del sistema nazionale di istruzione - Responsabili dei servizi educativi per l’infanzia - Responsabili dei centri di formazione professionale regionale - Responsabili delle scuole private non paritarie trasmettono ad ATS la documentazione presentata dai genitori o la comunicazione dell’eventuale mancato deposito per gli adempimenti di competenza e, ricorrendone i presupposti, per l’applicazione delle sanzioni.
 
MANCATA PRESENTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE
La mancata presentazione della documentazione prevista comporta la decadenza dell’iscrizione solo per i servizi educativi dell’infanzia e le scuole dell’infanzia, incluse le scuole private non paritarie.
 
MODALITA’ DI TRASMISISSIONE E REQUISITI DELL’ELENCO
a trasmissione dell’elenco degli alunni iscritti all’AS. 2020-21 dovrà avvenire tramite Posta Elettronica Certificata di questa Agenzia all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
L’elenco che le Scuole/Servizi dell'infanzia inviano deve essere trasmesso esclusivamente attraverso foglio di calcolo elettronico (csv) ed avere il seguente format con i campi:

  • cognome;
  • nome;
  • data di nascita: espressa in formato gg/mm/aaaa;
  • sesso: M o F;
  • comune di nascita: se straniero il paese di origine;
  • codice fiscale (obbligatorio);
  • codice meccanografico plesso o codice cudes per asili: codice univoco delle strutture, per le strutture che non sono in possesso di tale codice lasciare vuoto;
  • codice fiscale scuola (della scuola o dell’ente gestore);
  • nome scuola (esempio “Nido La Trottola”);
  • descrizione scuola (es. scuola primaria, servizio educativo per l’infanzia, scuola dell’infanzia paritaria, scuola dell’infanzia comunale…).

Nel caso il file non venga trasmesso nel suddetto formato o risulti mancante di qualcuno dei dati richiesti sarà restituito all’indirizzo da cui è pervenuto, specificando la difformità riscontrata.

*ESONERO-OMISSIONE O DIFFERIMENTO
(articolo 1, commi 2 e 3 del decreto-legge n°73 del 7 giugno 2017 convertito in legge n° 119/2017)

  • avvenuta immunizzazione a seguito di malattia naturale, comprovata dalla notifica effettuata dal medico curante o dagli esiti dell’analisi sierologica;
  • vaccinazioni omesse o differite solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta.

Fonte: sito Regione Lombardia - Prevenzione e benessere - Vaccinazioni

Per ulteriori informazioni:
Sito Regione Lombardia
Sito Ministero della Salute

Copyright © 2014 - Tutti i diritti riservati
Scuola paritaria dell'Infanzia "Istituto Canossiano"
via della Chiusa, 9 - 20123 Milano (MI)
+39.02.58313640 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P.IVA/C.F.: 03145130153