Comunicazioni


domenica 6 settembre 2020

Cari genitori.

Domani il portone a vetri di via della Chiusa 9 e il cancello di via del Don 8, si spalancano per accogliere i nostri bambini, quelli che inizieranno in novità questa avventura e quelli che finalmente ritornano nei luoghi a loro familiari.

Sarà una ripartenza "nuova" per tutti, perché rifatto a nuovo l'ambiente interno ed esterno, perché nuovi i volti delle insegnanti, modificate le composizioni delle sezioni con la presenza di nuovi compagni di percorso.

Partiamo con speranza e fiducia, con l'attenzione a tutte le normative richieste dal Ministero, ma soprattutto con una gran voglia di far vivere ai nostri bambini la gioia di sperimentare un nuovo modo di apprendere e di stare insieme.

Vogliamo camminare con voi genitori, in condivisione di responsabilità, in unità di intenti, con gli stessi obiettivi: il benessere e la sicurezza dei nostri piccoli che ci stupiranno con le loro impensabili domande e le loro spiazzanti risposte. Desideriamo trasmettere sicurezza e serenità, permettendo loro di godere di stare finalmente con i coetanei e divertirsi giocando e lasciando spazio alla creatività.

Ci poniamo insieme sotto la protezione di Maria nascente, protettrice di Milano e della nostra Chiesa ambrosiana. A lei affidiamo questo anno che iniziamo, le nostre famiglie e tutto ciò che portiamo in cuore.

Un cordialissimo saluto


m. Giovanna Radice

giovedì 2 aprile 2020

A tutti Coloro che operano nelle nostre realtà Educative-Formative Canossiane:

  • Responsabili e Collaboratori
  • Docenti di ogni ordine e grado e della Formazione Prof.le
  • Famiglie e in particolare Genitori e Nonni degli alunni
  • Studenti piccoli e grandi!

Un saluto carico di speranza e di fiducia!
Carissimi/e, mi rivolgo a tutti/e voi che condividete la missione educativa nelle nostre realtà canossiane.
In questi giorni la mente ed il cuore hanno avuti pensieri ed affetti rivolti a voi che, in modalità differenti, siete impegnati a non interrompere l’azione educativa e formativa.
Il tempo che viviamo ha il carattere del drammatico e dell’inedito, del collasso e del preludio di nuove prospettive da prendere in considerazione.
Guardo fuori dalla finestra di casa e sento gli uccellini cantare in maniera energica ed allegra; vedo gli alberi in fiore con colori vivaci e luminosi che rallegrano il cuore; guardo il cielo limpido, liberato da tanto smog; mi raccontano che le acque dei fiumi lasciano finalmente vedere i pesci che guizzano felici in acque limpide.
“Guardo” l’umanità che si è fermata: un invisibile, piccolo virus, sta cercando di distruggere questo stupendo corpo umano, soprattutto se fragile. Sentiamo l’umanità che invoca aiuto e domanda amore, attenzione e cura.
Cosa sta succedendo?
Forse si è inceppata la triplice relazione fondamentale tra Creatore - Creato - Creatura umana?
In questi giorni stiamo chiedendo al Creatore: dove sei? Gli diciamo: ti ricordi che quando hai creato la natura hai detto che tutto era “cosa buona”? Che quando hai creato l’uomo e la donna hai detto “è cosa molto buona”? La preghiera di supplica al Padre Celeste è oggi sulle labbra di ciascuno di noi. Restiamo uniti perché l’umanità ritrovi la salute e la pace. Rimaniamo solidali e grati verso coloro che si impegnano nella cura dei malati e nelle ricerca di nuovi farmaci che possano debellare i virus e ogni altro male che tenta di annientare la vita umana.
Come state voi che operate nelle nostre realtà educative-formative?
So che avete dovuto “ripensarvi” per trovare nuove modalità di fare scuola senza essere nelle aule di scuola. Lavorate in e-learning, in didattica a distanza, remota; lavorate in smart working, in video conferenza…
Grazie per il lavoro che state facendo, per la creatività e la passione che dimostrate nel vostro lavoro educativo-formativo.
Le nuove tecnologie, che stanno diventando sempre più familiari, vi permettono di “entrare nelle case” e, in modo virtuale, di rendere le mura domestiche luoghi di apprendimento scolastico. Le famiglie apprezzano il vostro lavoro e l’amore che comunicate agli studenti.
Grazie perché alimentate la relazione educativa tra Docenti e Studenti-alunni, relazione che illumina la mente e riscalda il cuore; le relazioni sono fondamentali per vivere!
Grazie perché continuate a promuovere processi di apprendimento e a trasmettere conoscenze che diventano patrimonio delle nuove generazioni.
Possiamo affermare che, con il vostro impegno professionale, voi continuate a promuovere lo sviluppo di competenze che permetteranno alle nuove generazioni di operare nel campo della ricerca, della sperimentazione di nuove vie di sviluppo adeguate ad affrontare le sfide di oggi.
Possiamo dire che, non in aula, ma state facendo scuola, state assicurando che l’anno scolastico-formativo non venga interrotto.
Sicuramente è un tempo prezioso per condividere e approfondire nuove dimensioni della “educazione civica” che mette a tema il bene comune, il bene di tutti, a partire dai valori universali da condividere e dai nostri valori cristiani da proporre e annunciare con la vita e la parola.
Carissimi, continuiamo ad aiutarci per ripristinare la triplice relazione fondamentale:

  • con il Totalmente Altro che per noi ha il nome di Padre che ama, di Figlio che salva tutti,
    di Spirito che Illumina e santifica il nostro essere ed il nostro operare;
  • con la natura che dà lode al Creatore e “alimenta” l’esistenza umana di cibo e di bellezza;
  • con tutta l’umanità, con ogni persona, ad ogni popolo o razza essa appartenga.

Continuiamo a stare uniti, a lavorare assieme, aiutandoci a superare la logica del “Caino-Abele” e facendo nostra la logica del “Buon Samaritano” che dei suoi doni ne fa possibilità di bene da condividere. Questo è il cambiamento esistenziale che ci sta chiedendo oggi il mondo, l’umanità.
Grazie Docenti e Responsabili, Operatori tutti della Scuola e della Formazione per il lavoro che state facendo per i nostri alunni, per la possibilità di creare “aule virtuali” capaci di favorire la lezione, le interrogazioni e lo scambio relazionale.
Grazie Genitori e Nonni perché, soprattutto per i più piccoli “studenti”, siete diventati “tutor d’aula” che garantiscono la continuità del percorso scolastico. Voi, impegnati su più fronti, preoccupati dalla situazione economica, non state rinunciando all'impegno perché i “nostri figli” non manchino dell’educazione dalla quale “dipende la condotta della vita”: grazie di cuore!
Grazie carissimi Studenti perché state continuando il percorso scolastico, in attesa di ritornare nelle vostre scuole, di entrare nelle aule che, pulite ed in silenzio, attendono il vostro ritorno per essere nuovamente “contagiate” di gioiosa giovinezza. Questo tempo sia per voi un tempo speciale per scoprire i valori essenziali che alimentano la vita e la vita di tutti. Siate coraggiosi e pronti a donare le vostre giovani energie perché il mondo ritorni a cantare in casa, nelle piazze, nelle chiese e nei luoghi di incontro, chiamati ad essere sempre più accoglienti e capaci di promuovere rispetto e vita per tutti.
In comunione con le Madri che incontrate nelle vostre scuole, con le Madri del Consiglio Provinciale, assicuro il ricordo e la preghiera.
Con affetto e riconoscenza.


m. Marilena Pagiato
Superiora Provinciale

SCARICA IL PDF
lunedì 9 marzo 2020

Carissimi genitori, il prolungarsi della chiusura della Scuola in obbedienza alle ultime disposizioni ministeriali ci è motivo di amarezza e di pena. Pensiamo ai bambini limitati e disorientati nelle loro consuetudini quotidiane e comprendiamo bene le vostre fatiche nell'organizzazione delle giornate e nella gestione dei vostri figli.
È veramente un momento critico che provoca incertezza, sospensione, apprensione per il futuro. Desideriamo, però, insieme sostenerci con coraggio e con speranza, confidando nella paternità di Dio che veglia su di noi. Atteniamoci alle misure precauzionali che ci vengono suggerite  e attendiamo che la situazione migliori progressivamente.
La scuola Canossiana nella persona dei suoi membri vi è vicina. La comunità delle Madri, anch'essa in stretta clausura, offre al Signore questo momento misterioso e prega per tutti e quindi anche per voi.
Che la Pasqua del Signore sia veramente “risurrezione” a vita nuova e ci riservi la gioia di riprendere la nostra attività scolastica con i nostri cari bambini.
Un cordialissimo saluto a voi e, a  tutta la vostra famiglia, in particolare ai vostri/nostri bimbi.


m. Giovanna Radice

Copyright © 2014 - Tutti i diritti riservati
Scuola paritaria dell'Infanzia "Istituto Canossiano"
via della Chiusa, 9 - 20123 Milano (MI)
+39.02.58313640 / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P.IVA/C.F.: 03145130153

Creato da Rappresentanze Guanziroli s.a.s.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.